Archivi tag: cocco

“Life is like a box of chocolates”

shrimp heaven

Gli States non sono certo un paese noto per la tipicità della propria cucina, né per la raffinatezza dei propri piatti. Tuttavia gli americani, amanti dei cibi goderecci, seppur nella loro ostinata ricerca del “light”, talvolta regalano delle piacevoli sorprese culinarie.

Lascerò decantare le ali di pollo e le bottiglie di Budweiser di Hooters, o gli hamburger da 1/2 pound al mio socio che, a breve, sono certo saprà farcene resoconto dettagliato, per dedicarmi a qualcosa di meno conosciuto, ma altrettanto americano.

Il cinefilo appassionato fra noi è jules e spero per questo non ne avrà a male se il primo a parlar di cinema in questo blog sarò io. Ho visto un discreto numero di films nella mia vita, mi sono emozionato, impressionato, annoiato e, raramente, addormentato davanti allo schermo, ma ben poche pellicole mi sono rimaste dentro davvero: una di queste, l’avrete capito dalla citazione, è Forrest Gump.

Continua a leggere


Cena fusion tra risotto al té verde e polpettine di pesce al cocco

Un post post-posto questo, vogliate scusare l’esordio cacofonico oltre che la latitanza, ma era qui sul computer che aspettava da un po’ di essere messo online; così, anche se con qualche mese di ritardo, vi parlo dell’ultima cena cucinata a quattro mani prima della mia partenza e lo faccio con una punta di malinconia da questa terra lontana in cui cucinare italiano è davvero un impresa…

E rieccoci qua, a mischiare i punti cardinali, ad accostare sapori longitudinalmente agli antipodi, alla ricerca di qualcosa che ci possa stupire, sull’onda dei nostri tanto apprezzati gamberi e pancetta.

Continua a leggere


Pigna Colada Infuocada

Notare la fogliolina di menta

Ultimamente sono particolarmente preso dalla cucina molecolare. Più che una rigorosa ricerca, è una di quelle curiosità da sfide narcisistiche, come quando ho comprato l’Imperia per fare la pasta.

Comunque. Cucina o gastronomia molecolare sarebbe quella che favorisce l’applicazione della scienza nella preparazione dei cibi (come se poi cuocere, montare, caramellare o conservare non siano basati su fisica e chimica, ma vabeh). Sfrutta tecniche inusitate o di laboratorio come il raffreddamento con l’azoto liquido per creare gelati istantanei o la cottura senza calore.

Per ora in realtà gli esperimenti non hanno dato molte soddisfazioni. La sferificazione non ha sferificato, ho prodotto con la carragenina dei dadi di brodo di pesce dolciastri, e la mia pasta alla lecitina di soia sembrava cartone bollito (anche se, wow, come prende il sugo. Ha inamidato perfettamente pomodorini e vongole).

Un acquisto però ha dato notevoli soddisfazioni: il sifone. Macchina semplice ma sorprendente, soprattutto se usata non solo per il classico montaggio della panna. Il bello del sifone è che si può usare per montare qualunque liquido, purchè permetta alla schiuma di rimanere montata inglobando l’aria inserita dal sifone. La panna resta montata perchè l’alta percentuale di materia grassa svolge proprio questa funzione, intrappolando l’aria. Nel caso di un liquido poco grasso si può invece aggiungere lecitina di soia o della gelatina.

Continua a leggere


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: